ECOBONUS - BonettoTende Monza Brianza

Contatti, Richiesta informazioni
Visita il nostro Showroom
Vai ai contenuti

Menu principale:

ACQUISTA LE NOSTRE SCHERMATURE SOLARI CERTIFICATE,
POTRAI RECUPERARE IL 50% DELLA SPESA SOSTENUTA.
GUIDA ALLA DETRAZIONE FISCALE 50% PER LE SCHERMATURE SOLARI


INTRODUZIONE

Secondo la legge di stabilità del 2018 le schermature solari rientrano negli interventi di riqualificazione degli edifici esistenti e di conseguenza godono di una detrazione fiscale al 50% che consiste in 10 quote annuali di pari importo detratte dall’imposta sui redditi (IRPEF per persone fisiche, IRES per persone giuridiche). Sono detraibili le spese sostenute dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018.

Gli immobili oggetto di posa di schermature solari (edifici residenziali, ristoranti, alberghi o altre attività commerciali) devono essere esistenti e l'esistenza deve essere provabile attraverso l'iscrizione al catasto o richiesta in corso, oppure attraverso il pagamento di tassa ICI o IMU se dovute. Ne sono esclusi immobili in costruzione o interventi assimilabili come gli ampiamenti.

Possono usufruire della detrazione:
  • Persone fisiche compresi gli esercenti arti e professioni
  • I titolari di diritto reale sull’immobile
  • I condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali ( Prorogata fino al 31/12/2021 e l'incentivo può salire fino al 70% o anche al 75% del totale delle spese qualora siano rispettate un'insieme di condizioni riportate nel provvedimento.)
  • Gli inquilini
  • I familiari conviventi con il possessore o detentore dell’immobile in oggetto dell’intervento che sostengono le spese per la realizzazione dei lavori
  • Coloro che hanno l’immobile in comodato
  • I contribuenti che conseguono reddito d’impresa
  • Le associazioni tra professionisti
  • Gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
  • Istituiti autonomi per le case popolari

PRODOTTI E CAMPI DI APPLICAZIONE

Le schermature solari per le quali è prevista la detrazione sono indicate dalla Legge di Stabilità 2018 nell'allegato M del D.L. 311/2006.

Per la "EN13561 tende esterne" i prodotti soggetti a detrazione sono i seguenti: tende da sole, capottine mobili, tende a veranda, tende a rullo, pergole con schermo in tessuto (anche le pergole con lamelle in alluminio orientabili), tende per veranda, skylight esterni, wintergarten esterni e zanzariere.

Per la "EN13659 chiusure esterne" i prodotti soggetti a detrazione sono i seguenti: veneziane, tapparelle, persiane, frangisole, chiusure tecniche oscuranti in genere.

Per la "EN13120 chiusure interne" i prodotti soggetti a detrazione sono i seguenti: rulli avvolgibili, veneziane, plissettate, sistemi winter garden, skylighter, verticali.

Tali prodotti, per usufruire della detrazione fiscale, devono avere i seguenti requisiti:
  • Devono essere a protezione di una superficie vetrata e rispetto a quest’ultima devono essere all'interno, all'esterno o integrate.
  • Devono essere mobili.
  • Devono essere schermature tecniche.
  • Per le chiusure oscuranti (persiane, veneziane, tapparelle, ecc...) vengono considerati validi tutti i tipi di orientamento.
  • Possono essere in combinazione con vetrate o autonome (aggettanti), cioè sporgenti rispetto alla parete
  • Per le schermature non in combinazione con una superficie vetrata, vengono escluse quelle con orientamento Nord.
  • Non possono usufruire della detrazione gli interventi di sostituzione parziale di componenti del prodotto, quali telo, motori, manovre, ecc...

Non è necessario il ricorso a tecnici o professionisti per l'asservimento dei calcoli o dei valori inerenti una riduzione energetica.

PROCEDURA

  • I privati devono effettuare bonifico bancario indicando la causale L. 296/06 e seguenti relativa al risparmio energetico già presente nei moduli delle banche mentre i contribuenti titolari di reddito d’impresa sono esonerati dall’obbligo di pagamento tramite bonifico bancario.
  • Il bonifico deve essere eseguito da chi chiede la detrazione.
  • Indicare nel bonifico:
- Saldo fattura nr…….. del………
- Il codice fiscale del singolo o di tutti beneficiari della detrazione
- Il numero di P.Iva del beneficiario del bonifico
  • La documentazione deve essere trasmessa all’ENEA attraverso l’apposito sito web http://finanziaria2018.enea.it ( occorre attendere la messa online del portale ) entro i 90 giorni successivi alla fine dei lavori.
Nel modulo F viene chiesto di specificare la classe di prestazione energetica:

gtot ≥ 0,50 (classe 0 effetto decisamente minimo)
0,35 ≤ gtot < 0,50 (classe 1 effetto minimo)
0,15 ≤ gtot < 0,35 (classe 2 effetto moderato)
0,10 ≤ gtot <0,15 (classe 3 effetto buono)
gtot < 0,1 (classe 4 effetto ottimo)

N.B.: Nel campo dell’allegato F relativo al risparmio energetico stimato (13) è possibile inserire il valore “0”.
  • Presentare copia della documentazione al proprio consulente fiscale e conservarla per almeno 10 anni.

Link utili:
http://finanziaria2018.enea.it ( occorre attendere la messa online del portale )

FAQ frequenti:
1. Cosa inserisco al campo 13 "Risparmio energetico stimato" dell'allegato F?
E' possibile inserire il valore "0" a meno che non ci si avvalga di un termotecnico che stimi tale valore.

2. Cosa inserisco al campo 14 "Costo dell'intervento di qualificazione energetica al netto delle spese professionali" dell'allegato F?
L'importo totale della fattura comprensivo di Iva.

3. Cosa inserisco al campo 15 "Costo delle spese professionali" dell'allegato F?
Inserire "0" a meno che non si abbia sostenuto spese professionali.
GAMMA DI PRODOTTI
Tende da Sole
Pergolati
Pensiline
Tende Antipioggia Antivento
Gazebi e Tendocoperture
Zanzariere e Tende Tecniche
 
Torna ai contenuti | Torna al menu